Medicina del Lavoro, domande frequenti (Faq)

Protocolli sanitari, cosa sono e come si applicano?

Il medico competente, dopo una scrupolosa analisi dei rischi presenti nei luoghi di lavoro attua delle verifiche mediche a cui sottoporre i dipendenti.
Il medico, inoltre, dopo la valutazione del Documento Valutazione Rischi ha la facoltà e l’obbligo, se necessario, di aggiungere ulteriori esami (biologici, clinici e diagnostici) e stabilire la periodicità degli stessi.

Operai agricoli, a quale protocollo sanitario devono sottoporsi?

Per gli operatori agricoli la sorveglianza sanitaria può cambiare in base alla mansione svolta, in generale si ha:

  • Spirometria;
  • elettrocardiogramma;
  • eventuali vaccinazioni;
  • analisi del sangue.

Operai edili, cosa bisogna sapere per il rilascio dell’idoneità lavorativa?

Analisi del sangue, spirometria, audiometria, elettrocardiogramma. Se autisti con patente C Droga test e alcolemia.
Eventuale vaccinazione antitetanica o controllo di anticorpi per tetano.

Per quali mansioni lavorative è previsto il droga test?

  1. conducenti di veicoli stradali per i quali è richiesto il possesso della patente di guida categoria C, D, E, e quelli per i quali è richiesto il certificato di abilitazione professionale per la guida di taxi o di veicoli in servizio di noleggio con conducente, ovvero il certificato di formazione professionale per guida di veicoli che trasportano merci pericolose su strada;
  2. personale addetto direttamente alla circolazione dei treni e alla sicurezza dell’esercizio ferroviario che esplichi attività di condotta, verifica materiale rotabile, manovra apparati di sicurezza, formazione treni, accompagnamento treni, gestione della circolazione, manutenzione infrastruttura e coordinamento e vigilanza di una o più’ attività di sicurezza;
  3. personale ferroviario navigante sulle navi del gestore dell’infrastruttura ferroviaria con esclusione del personale di camera e di mensa;
  4. personale navigante delle acque interne con qualifica di conduttore per le imbarcazioni da diporto adibite a noleggio;
  5. personale addetto alla circolazione e a sicurezza delle ferrovie in concessione e in gestione governativa, metropolitane, tranvie e impianti assimilati, filovie, autolinee e impianti funicolari, aerei e terrestri;
  6. conducenti, conduttori, manovratori e addetti agli scambi di altri veicoli con binario, rotaie o di apparecchi di sollevamento, esclusi i manovratori di carri ponte con pulsantiera a terra e di monorotaie;
  7. personale marittimo di prima categoria delle sezioni di coperta e macchina, limitatamente allo Stato maggiore e sottufficiali componenti l’equipaggio di navi mercantili e passeggeri, nonché il personale marittimo e tecnico delle piattaforme in mare, dei pontoni galleggianti, adibito ad attività off-shore e delle navi posa-tubi;
  8. controllori di volo ed esperti di assistenza al volo;
  9. personale certificato dal registro aeronautico italiano;
  10. collaudatori di mezzi di navigazione marittima, terrestre ed aerea;
  11. addetti ai pannelli di controllo del movimento nel settore dei trasporti;
  12. addetti alla guida di macchine di movimentazione terra e merci.

Nomina del medico competente, quando è obbligatorio?

Il medico Competente è obbligatorio in tutti gli ambienti di lavoro dove è valutato un rischio per la salute dei lavoratori (Art. 18 D.Lgs 81/08).

Chi deve nominare il medico competente?

Il Datore di Lavoro (art. 18 D.Lgs 81/08)

Tutti i lavoratori devono sottoporsi a visita medica?

Non necessariamente, solo chi è esposto a un rischio per la salute.

In quali casi occorre la visita del medico del lavoro?

In presenza di lavori manuali pesanti, lavori ripetitivi, lavori a contatto con sostanze chimiche, lavori con presenza di rumore o polveri, lavori in quota, lavorazioni con sostanze o attrezzature pericolose.

Mansioni con obbligo di visita medica:

  • operaio edile muratore;
  • carrozziere;
  • panificatore;
  • cuoco e pizzaiolo;
  • magazziniere;
  • impiegato videoterminalista;
  • autista patente C;
  • saldatore;
  • fabbro e carpentiere;
  • operaio di impresa di pulizia;
  • parrucchiere;
  • estetista.

E’ possibile rifiutare la visita medica obbligatoria?

No, il lavoratore deve sottoporsi ai controlli sanitari o agli accertamenti decisi dal medico competente (art. 20 D.Lgs 81/08).

A cosa serve la visita medica?

  • accertare l’idoneità alla mansione;
  • escludere patologie o controindicazioni per il lavoro assegnato;
  • per monitorare lo stato di salute del lavoratore (sorveglianza sanitaria, art. 41 Dlg. 81/08);

Quali giudizi può dare il medico competente dopo gli esami?

  • idoneità;
  • idoneità parziale, temporanea o permanente, con prescrizioni o limitazioni;
  • inidoneità temporanea;
  • inidoneità permanente.

Ogni quanto tempo il lavoratore deve essere sottoposto a visita medica?

La visita medica del lavoro è una volta all’anno. Il medico può stabilire una periodicità diversa in base ai rischi aziendali e ai soggetti visitati.

Le visite mediche dei lavoratori sono a carico del Datore di Lavoro?

Si, le visite e gli esami fatti ai lavoratori, comprensive di esami clinici e biologici, sono a totale carico del Datore di Lavoro (Art. 41 D.Lgs 81/08).