Validità Corsi

La formazione elearning e i requisti dei formatori vengono regolati dal recente Accordo Stato Regioni del 25 Luglio 2012 il quale, tra l’altro, dichiara espressamente

“Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, sul documento proposto dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali recante «Adeguamento e linee applicative degli accordi ex articolo 34, comma 2 e 37, comma 2 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni e integrazioni. “L’allegato I agli accordi del 21 dicembre 2011 disciplina la formazione in modalità e-learning, contenendo, innanzitutto, una premessa volta a evidenziare che se la formazione alla sicurezza svolta in aula ha rappresentato tradizionalmente il modello di formazione in grado di garantire il più elevato livello di interattività, l’evoluzione delle nuove tecnologie, i cambiamenti dei ritmi di vita e della stessa concezione della formazione hanno reso possibile l’affermazione di una modalità peculiare e attuale di formazione a distanza, indicata con il termine e-learning, e della quale viene fornita la seguente definizione: “modello formativo interattivo e realizzato previa collaborazione interpersonale all’interno di gruppi didattici strutturati (aule virtuali tematiche, seminari tematici) o semistrutturati (forum o chat telematiche), nel quale operi una piattaforma informatica che consente ai discenti di interagire con i tutor e anche tra loro”.

Per quanto riguarda, nel dettaglio, la formazione online regolata dagli accordi in riferimento all’articolo 34 (RSPP moduli 1,2,3,4, aggiornamento quinquennale e verifiche mantenimento competenze); ovvero all’articolo 37 (formazione generale lavoratori e dei loro rappresentanti, formazione dirigenti, preposti parte punti 1-5, corsi aggiornamento, le linee guida indicano come “le modalità descritte dall’allegato non si riscontrino ove la formazione venga erogata per mezzo della semplice trasmissione di lezioni “frontali” a distanza, ma richiedano la presenza di interattività della formazione e presenza di soggetti (tutor e/o docenti) in possesso di determinate caratteristiche”.

A supporto di ciò A.N.Fo.S. Associazione Nazionale Formatori della Sicurezza sul Lavoro, in una nota ufficiale, afferma che l’utilizzo di video-lezioni tenute da docenti qualificati e la possibilità di interazione con il tutor del corso sia la modalità di formazione online maggiormente in linea con le direttive emanate dal legislatore ma cosa più importante l’Associazione invita consulenti e aziende

a prestare sempre attenzione alla correttezza, alla validità delle offerte consultate, e verificarne la conformità.

validi-anfos
diffida
bnr-accedi-piattaforma-corsi


L’Art. 37 del D.Lgs. 81/2008 – Testo Unico per la Sicurezza sul lavoro – descrive come il datore di lavoro debba provvedere alla formazione e informazione dei propri dipendenti e rappresentanti in materia di sicurezza.

In particolare si fa riferimento al fatto che tale

“…formazione dei lavoratori deve avvenire in collaborazione con gli organismi paritetici”.

I corsi online sulla sicurezza sul lavoro da noi proposti sono certificati da un Ente Paritetico e pertanto rispettano questa norma.

100per100valido

L’attestato rilasciato dopo aver seguito il corso online, anche con l’assistenza di un tutor online, è valido a tutti gli effetti di legge ed è documento valido in caso di controlli e accertamenti da parte delle Autorità competenti.


Validità corsi di formazione per alimentaristi erogati in modalità on-line.
Ordinanze TAR Campania e TAR Lazio in formato Pdf.

Se desideri avere maggiori informazioni su come regolarizzare la tua azienda in materia di sicurezza sul lavoro compila il form, sarai ricontattato da un professionista che saprà rispondere a ogni tuo dubbio.

Contattaci

Compila il modulo sottostante per avere ulteriori informazioni.









Leggi l'informativa sulla privacy: Informativa ai sensi art. 13 D. Lgs. 196/03
Acconsento al trattamento dei dati personali