La gestione delle emergenze per la sicurezza sul lavoro (art 43-46)


sicurezza-sul-lavoro-gestione-emergenze

La gestione delle emergenze viene trattata nella sezione VI del capo III relativo alla gestione generale dei luoghi di lavoro e rientra negli obblighi del Datore di Lavoro, anche eventualmente delegabili ad un dirigente.

Nell’ambito di tali misure il Datore di Lavoro ha l’obbligo di attuare e garantire tutte le misure di gestione delle emergenze, ipotizzando queste ultime all’interno del piano di emergenza (obbligatorio per le aziende con più di dieci dipendenti, ed in quelli ove si esercitano attività soggette al controllo dei Vigili del Fuoco) e fornendo le informazioni ed i dispositivi idonei ed adeguati alla gestione delle stesse emergenze.

Nomina addetto

Nel dettaglio gli obblighi riconducibili al Datore di Lavoro o al dirigente nello specifico sono:

  • Nominare, formare, addestrare ed aggiornare gli addetti alla gestione delle emergenze, con priorità alle gestioni del Primo Soccorso Aziendale e della Lotta Antincendio ai quali devono essere forniti i dispositivi di protezione e di lotta antincendio coerenti con la natura dell’emergenza ipotizzabile. In proposito è opportuno sottolineare che le nomine in termini di numero di addetti, devono essere adeguate alla natura del rischio presente, alla logistica, alla organizzazione aziendale e alla distribuzione sul territorio; deve inoltre garantire copertura anche in relazione ai periodi i ferie e al lavoro su turni. La nomina degli addetti non è rifiutabile, e la scelta dei soggetti da nominare è a discrezione del Datore di Lavoro, previo passaggio di consultazione con il rappresentante dei lavoratori ai sensi di quanto definito dall’art. 50 comma 1 lettera c del D.Lgs 81/08.
  • Pianificare la gestione delle emergenze, anche in relazione alle misure di evacuazione degli ambienti di lavoro, approntando tutte le procedure necessarie per garantire un esodo sicuro e la messa in sicurezza degli impianti e delle macchine. In proposito, per le aziende soggette alla redazione del piano di emergenza, vige l’obbligo di effettuare una simulazione dell’evacuazione, come previsto dall’articolo 7.4 del DM del 10.03.1998, almeno una volta all’anno a cui devono partecipare tutti i lavoratori, per applicare le procedure di esodo, con particolare attenzione ai casi specifici di soggetti presenti in azienda con litate capacità motorie o diversamente abili.
  • Progettare ed equipaggiare i locali con adeguati mezzi di estinzione, che devono essere individuati in funzione del livello di ischio incendio definito nel Documento di Valutazione dei Rischi, ed in relazione alle dimensioni dei locali e della presenza di possibili materiali combustibili di differente natura (es fuochi originati da presenza di gas combustibili, fuochi di metalli o di sostanze in grado di produrre esalazioni tossiche). I criteri e le modalità per l’attuazione delle norme antincendio sono comunque sempre riferite a quanto previsto dal D.M. del 10 marzo 1998, e devono tenere in particolare considerazione le misure di prevenzione e quelle attive e passive per la lotta antincendio. In proposito le Norme tecniche Antincendio, sia quelle di tipo orizzontale che di tipo verticale specifiche per le diverse tipologie di attività, forniscono i criteri di progettazione e di adozione dei presidi antincendio, in relazione alle caratteristiche tecniche dei locali ed alla natura dell’incendio che può svilupparsi.
  • Adottare le misure di Primo soccorso che, al di là delle nomine degli addetti già trattate, devono prevedere, sentito anche il Medico Competente, l’approntamento delle attrezzature minime di primo soccorso (cassetta di Primo Soccorso) come definito dal decreto ministeriale nr 388 del 15 luglio 2003, che definisce i contenuti minimi in elazione alla dimensione aziendale ed alla natura delle emergenze che possono verificarsi, tenendo in considerazione anche la presenza di eventuali soggetti esterni (ospiti, fornitori, clienti, avventori).

 


numero di telefono 069968849
069968846

Contattaci

Compila il modulo sottostante per avere ulteriori informazioni.

logo Tutto626 colore bianco









Leggi l'informativa sulla privacy: Informativa ai sensi art. 13 D. Lgs. 196/03
Acconsento al trattamento dei dati personali