Il regolamento CE 852/04: il campo di applicazione


regolamento-ce-852/04

Regolamento CE 852/04. Il regolamento (Ce) n. 178/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 28 gennaio 2002, che stabilisce i principi e i requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce l’Autorità europea per la sicurezza alimentare e fissa le procedure nel campo della sicurezza alimentare.

Tra gli obiettivi principali del regolamento vi è la tutela dei livelli di protezione della vita e della salute umana, perseguita attraverso l’adozione di criteri condivisi in campo alimentare, inclusa la promozione della libera circolazione degli alimenti nella Comunità Europea.

Con la precedente direttiva numero 43 del Consiglio Europeo del 14 giugno 1993, modificata dal regolamento (Ce) n. 1882/2003 del Parlamento europeo e del Consiglio, sono state previste le disposizioni generali in materia di igiene dei prodotti alimentari e sono state definite le procedure rivolte a stabilire i criteri di verifica delle conformità di tali disposizioni normative.

Il rispetto di tali norme e la corretta applicazione delle misure previste dai codici, garantiscono una buona base di partenza per il successivo sviluppo di direttive di settore, finalizzate a regolamentare norme sanitarie specifiche per la produzione e l’immissione sul mercato dei prodotti alimentari.
La disciplina alimentare in materia di salute pubblica impone il rispetto di determinati criteri e disposizioni per quanto riguarda le responsabilità dei fabbricanti e delle autorità competenti, i requisiti strutturali, operativi e igienici degli stabilimenti, le procedure di riconoscimento delle aziende produttive, e le modalità operative per il magazzinaggio e il trasporto degli alimenti.

In aggiunta alle norme di settore, che riguardano prevalentemente l’aspetto produttivo, è necessario tutelare la salute dei consumatori disciplinando anche gli aspetti legati alla distribuzione, applicabili agli operatori del settore alimentare all’interno della filiera distributiva dal momento dell’immissione sul mercato fino a quando arrivano al consumatore finale.
Per garantire la sicurezza dei prodotti alimentari all’interno dell’intero percorso, è necessario sviluppare una strategia integrata rivolta a controllare tutte le fasi della distribuzione, che preveda anche di poter elaborare strumenti alternativi a quelli applicabili alle grandi industrie di distribuzione, e che produca protocolli utili anche ai piccoli distributori locali, ove i quantitativi in gioco sono generalmente ridotti e le buone procedure di conservazione potrebbero sfuggire al controllo e risultare disattese.

Linee guida

L’applicazione dei criteri previsti dal sistema dell’analisi dei pericoli e dei punti critici di controllo (Haccp) non è ancora completamente realizzabile su base generalizzata. Al fine di sopperire tale carenza è opportuno sviluppare manuali di corretta pratica operativa, che dovrebbero promuovere l’adozione di adeguate prassi alimentari e igieniche anche a livello di ogni singola azienda agricola indipendentemente dalle dimensioni.

Con l’obiettivo di perseguire i precedenti risultati, e nell’ottica di promuovere una strategia condivisa e applicabile all’interno dell’intera filiera e ad ogni operatore, è stato quindi elaborato il campo di applicazione del regolamento (CE) 852/2004 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004, che prevede le norme generali in materia di igiene dei prodotti alimentari destinate agli operatori del settore alimentare.

In particolare, i principi su i quali si sviluppa il regolamento prevedono che la responsabilità principale per la sicurezza degli alimenti sia dell’operatore del settore alimentare e che sia necessario garantire la sicurezza degli alimenti lungo tutta la catena alimentare, a cominciare dalla produzione primaria.

Fondamentale è l’aspetto della conservazione degli alimenti, che privilegia il mantenimento della catena del freddo per gli alimenti che non possono essere immagazzinati a temperatura ambiente in condizioni di sicurezza.

Il criterio generale sui quale si sviluppano le misure definite nel regolamento stesso è quello che l’adozione delle procedure basate sui principi del sistema Haccp, insieme all’applicazione di una corretta prassi igienica, dovrebbe accrescere la responsabilità dei singoli operatori del settore alimentare.

 


numero di telefono 069968849
069968846

Contattaci

Compila il modulo sottostante per avere ulteriori informazioni.

logo Tutto626 colore bianco









Leggi l'informativa sulla privacy: Informativa ai sensi art. 13 D. Lgs. 196/03
Acconsento al trattamento dei dati personali