Euratom, in Gazzetta attuazione direttiva 2014/87 modifica 2009/71


È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 219 del 19 settembre 2017 il Decreto legislativo 137 del 15 settembre recante la Attuazione della direttiva 2014/87/Euratom che modifica la direttiva 2009/71/Euratom che istituisce un quadro comunitario per la sicurezza nucleare degli impianti nucleari.

Il decreto recepisce quanto disciplinato dalla direttiva 2014/87 che introduce una serie di modifiche alla citata direttiva 2009/71 a sua volta già recepita in Italia dal decreto legislativo 185 del 19 ottobre 2011.

Prime di vedere le modifiche introdotte dal recente provvedimento, riepiloghiamo i punti cardine disciplinati dal decreto del 2011, rivolto a garantire adeguati livelli di sicurezza nell’ambito del delicato tema della gestione di tutto quanto avviene all’interno della centrale nucleare, e in considerazione dei potenziali e devastanti effetti che un incidente potrebbe avere sui lavoratori, sulla popolazione e sull’ambiente circostante, così come definito nell’articolo 1 comma 2 del decreto stesso: “sicurezza nucleare: il conseguimento di adeguate condizioni di esercizio, la prevenzione di incidenti e l’attenuazione delle loro conseguenze, al fine di assicurare la protezione dei lavoratori e della popolazione dai pericoli derivanti dalle radiazioni ionizzanti degli impianti nucleari”.

Il Decreto, di tipo prescrittivo, identifica dei soggetti responsabili, ne definisce i requisiti di esperienza e formazione, attribuisce loro obblighi e responsabilità, e delinea il profilo sanzionatorio in caso di mancato rispetto di una di queste.

Il soggetto sul quale ricadono il numero maggiore di responsabilità è il “Titolare dell’autorizzazione” che ha il compito di garantire l’efficienza dei sistemi di intervento, il rispetto delle misure di sicurezza e la gestione delle comunicazioni con l’ente di controllo di riferimento, l’ Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (IAEA).

Tutte le competenze e le attribuzioni riferite all’Agenzia, sono disciplinate dall’articolo 2 del decreto del 2011, che introduce una serie di modifiche all’articolo 29 del decreto legge nr 99 del 23 luglio 2009, in conformità del quale è stata istituita la suddetta Agenzia per la Sicurezza Nazionale.

Le novità introdotte dal decreto del 15 settembre riguardano quindi il ruolo ricoperto dall’Agenzia nell’ambito dei controlli e delle verifiche, che nel dettaglio vede rafforzata la propria autorità in materia di sicurezza e incrementate le risorse economiche e umane sia in termini di competenze che ti numerosità.

L’obiettivo è quello di creare un maggiore livello di sicurezza globale, alzando l’asticella dei parametri di controllo e adottando misure più rigide che garantiscano il monitoraggio di tutte le fasi di gestione dell’impianto, dalla progettazione, alla manutenzione fino allo smaltimento dei rifiuti radioattivi.

 


numero di telefono 069968849
069968846

Contattaci

Compila il modulo sottostante per avere ulteriori informazioni.

logo Tutto626 colore bianco









Leggi l'informativa sulla privacy: Informativa ai sensi art. 13 D. Lgs. 196/03
Acconsento al trattamento dei dati personali