Decreto part-time agevolato, come trasformare un full time


part-time-agevolatoÈ stato pubblicato il Decreto interministeriale (in concerto tra il Ministero del Lavoro e il Ministero dell’Economia) del 13 aprile 2016 con cui vengono regolamentate le indicazioni previste dalla Legge di stabilità 2016 (Decreto Legislativo 208/2015) che conferisce la possibilità ai lavoratori nel settore privato, prossimi all’età pensionabile, di trasformare un contratto full time in un contratto part time senza perdere i benefici contributivi per il diritto al riconoscimento sociale.

Il provvedimento è destinato ai lavoratori che abbiano conseguito i requisiti minimi per potervi accedere, vent’anni almeno di contributi, con contratto da lavoratore dipendente a tempo indeterminato e orario pieno e che matureranno il requisito anagrafico entro la fine di dicembre dell’anno 2018.

I soggetti che vorranno approfittare dell’agevolazione, in possesso dei suddetti requisiti, potranno concordare con il datore di lavoro una riduzione dell’orario lavorativo in misura compresa tra il 40% e il 60%, ricevendo in aggiunta alla retribuzione mensile a carico dell’azienda, un importo esentasse corrispondente ai contributi previdenziali dovuti per l’orario non lavorato rispetto a quello completo.

L’ente di previdenza sociale riconoscerà, inoltre, una contribuzione figurativa al lavoratore che adotterà questo meccanismo per la durata dell’attività lavorativa non effettuata per consentire al lavoratore, una volta raggiunta l’età pensionabile, di poter ricevere senza alcuna diminuzione dell’importo dovuto, la pensione di anzianità che avrebbe ricevuto se avesse mantenuto il contratto a tempo pieno.

Per poter accedere al beneficio introdotto dal nuovo decreto, il lavoratore interessato dovrà innanzitutto ottenere da parte dell’Inps opportuna attestazione che certifichi l’effettivo possesso dei requisiti minimi (la richiesta può essere effettuata o direttamente ad uno sportello dell’istituto o per via telematica).

Una volta in possesso della certificazione, il lavoratore dovrà stipulare in forma scritta con l’azienda un contratto di lavoro definito Contratto di Lavoro a tempo parziale agevolato, in cui siano indicate la durata del contratto, pari al periodo che resta per la maturazione dell’età per il diritto alla pensione di anzianità, e la misura della riduzione di orario concordata.

Infine, la Direzione Territoriale del Lavoro, presa visione del contratto, rilascerà entro cinque giorni il nulla osta (anche attraverso meccanismo di tacito assenso) che consentirà all’azienda di richiedere all’Istituto di Previdenza l’esame della pratica che risulterà in cinque giorni nel rilascio definitivo dell’autorizzazione o nel rigetto. Ottenuto esito positivo, il lavoratore potrà usufruire del beneficio con termine al momento del raggiungimento dell’età anagrafica pensionabile o qualora si modifichino i termini contrattuali.

Al momento del raggiungimento dell’età pensionabile del lavoratore, l’azienda comunicherà all’INPS la cessazione del contatto agevolato.

Il Decreto precisa che per la contribuzione figurativa (articolo 2, comma 3) sono stati stanziati 60 milioni di euro per l’anno 2016, 120 milioni per l’anno 2017 e altri 60 milioni per l’anno 2018, sulla base di conteggi che considerano il probabile numero di soggetti che usufruiranno dell’agevolazione.

La somma erogata dal datore di lavoro, rivolta a compensare la differenza rispetto all’orario non lavorato, come precisato dal comma 4 dell’articolo 2 “è omnicomprensiva, non concorre alla formazione del reddito da lavoro dipendente e non è assoggettata ad alcuna forma di contribuzione previdenziale, ivi inclusa quella relativa all’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali.”

Info: testo decreto part-time agevolato

Corsi sulla sicurezza sul lavoro. Iscriviti ora, la registrazione è gratuita

 


numero di telefono 069968849
069968846

Contattaci

Compila il modulo sottostante per avere ulteriori informazioni.

logo Tutto626 colore bianco









Leggi l'informativa sulla privacy: Informativa ai sensi art. 13 D. Lgs. 196/03
Acconsento al trattamento dei dati personali