Differenza tra RSPP e RLS


La normativa sulla sicurezza sul lavoro ha imposto a tutti i datori di lavoro di riconoscere, e in alcuni casi di nominare, delle figure che ricoprono ruoli importanti per la sicurezza in azienda. Due di queste figure hanno dei compiti e delle responsabilità che li rendono indispensabili e sono il Responsabile del Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) e il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza.

Queste due figure sono molto differenti tra loro e per comprendere al meglio ciò che li distingue sarà utile sintetizzare le caratteristiche e i compiti di ognuno.

L’RSPP è il Responsabile del servizio protezione e prevenzione e le sue caratteristiche sono le seguenti:

  • viene nominato dal datore di lavoro e in alcuni casi lo stesso datore di lavoro può ricoprire questo ruolo;
  • ha il compito di individuare la presenza di rischi e pericoli per i lavoratori, evitare che si creino nuovi rischi per i lavoratori e coordinare tutte le azioni di miglioramento della situazione esistente al fine di garantire la sicurezza;
  • il suo compito è quello di collaborare a stretto contatto con il datore di lavoro per la sicurezza dei lavoratori e del luogo di lavoro;
  • funge da ponte tra il datore di lavoro e i lavoratori;
  • per essere nominato RSPP, il lavoratore scelto dal datore di lavoro deve avere requisiti in termini di formazione o in termini di esperienza nel settore lavorativo;
  • la nomina di RSPP implica la frequenza di un corso di formazione specifico, della durata variabile a seconda della classe di rischio alla quale appartiene l’azienda (da 8 a 24 ore).

A differenza dell’RSPP, quando si parla di RLS si fa riferimento al Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, vale a dire la figura che ha il compito di accogliere tutte le segnalazioni in materia di sicurezza da parte dei colleghi e presentarle al datore di lavoro. Le caratteristiche dell’RLS sono le seguenti:

  • RLS non deve essere solo uno in azienda, ma il numero dei Rappresentanti dei lavoratori varia a seconda del numero di comparti produttivi presenti in azienda e del numero di lavoratori;
  • viene eletto con votazione dai colleghi di lavoro;
  • da voce alle esigenze e problematiche dei lavoratori, raccogliendo lamentele, disagi e suggerimenti sulla qualità e salubrità del luogo di lavoro;
  • l’elezione del lavoratore a RLS lo obbliga alla frequenza di un corso di formazione generico di 20 ore e di un corso specifico per la classe di rischio di 8 ore.

RSPP e RLS sono dunque due figure molto diverse tra loro che però rispondono entrambe al datore di lavoro, al quale hanno il compito di riportare problematiche, idee e suggerimenti per il miglioramento delle condizioni di sicurezza del luogo di lavoro e dei lavoratori.

I nostri corsi online sulla sicurezza sul lavoro. Iscriviti ora

 


numero di telefono 069968849
069968846

Contattaci

Compila il modulo sottostante per avere ulteriori informazioni.

logo Tutto626 colore bianco









Leggi l'informativa sulla privacy: Informativa ai sensi art. 13 D. Lgs. 196/03
Acconsento al trattamento dei dati personali