Interpello 7/2015, specifiche sulla delega


Con protocollo 37/0018528 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato in data 2 novembre 2015 l’interpello n. 7/2015, a fronte della richiesta di chiarimenti pervenuta alla Commissione per gli Interpelli da parte dell’Unione sindacale di base dei Vigili del fuoco.

Il quesito riguarda la delega di funzioni così come definita nel Dlgs 81/08 all’articolo 16 e gli aspetti da chiarire sono i seguenti:

  • se la delega deve essere obbligatoriamente accettata dal soggetto scelto dal datore di lavoro come delegato;
  • se il soggetto ha diritto di rifiutarsi di accettare la delega.

Fermo restando che l’articolo 16 prevede una serie di condizioni per l’ammissione della delega, sarà utile notare che una di queste condizioni, sottolineata dalla Commissione, prevede proprio l’accettazione in forma scritta da parte del soggetto delegato.

Su questo ultimo punto si basa l’intervento della Commissione che specifica quanto riportato dall’articolo 16:

  • la delega ha effettiva validità se sono presenti tutti i requisiti indicati nella normativa;
  • il delegato deve avere piena autonomia e poteri di gestione e organizzazione;
  • il delegato deve accettare per iscritto la delega, aspetto che distingue la delega da quello che si definisce “conferimento di incarico”, di conseguenza presuppone la possibilità di rifiuto da parte del delegato.

Iscriviti ora ai corsi di formazione sulla sicurezza sul lavoro di Tutto626. La registrazione è gratuita

 


numero di telefono 069968849
069968846

Contattaci

Compila il modulo sottostante per avere ulteriori informazioni.

logo Tutto626 colore bianco









Leggi l'informativa sulla privacy: Informativa ai sensi art. 13 D. Lgs. 196/03
Acconsento al trattamento dei dati personali