Mappatura amianto scuole tramite droni, Governo e Ministero Ambiente


amiantoNel contesto dell’attiva campagna anti amianto in corso in Europa e in Italia, è stato siglato lo scorso 31 maggio un protocollo di intesa tra il Ministero dell’Ambiente e la Struttura di missione per la riqualificazione dell’edilizia scolastica Programma di interventi concernenti la mappatura, la progettazione e la realizzazione di interventi di bonifica dall’amianto negli edifici scolastici.

Il progetto si avvarrà per la prima volta in modo innovativo dell’ausilio di droni dotati di telecamere ad alta risoluzione, termo camere e sensori iper-spettrali, che avranno la funzione e l’obiettivo di individuare le presenze di amianto, senza che operatori umani vengano esposti pericolosamente alle fibre potenzialmente cancerogene.

Così Laura Galimberti, coordinatrice della Struttura di Missione di Palazzo Chigi: “con il lavoro che avviamo oggi con il Ministero dell’Ambiente affrontiamo in modo sistematico un problema estremamente complesso, creando per la prima volta una mappatura scientifica su scala nazionale, essenziale per delineare azioni efficaci nella bonifica dell’amianto nelle scuole. Ricordo che è compito delle Regioni predisporre piani di protezione dell’ambiente, di decontaminazione, smaltimento e bonifica e che, dal 1994, è stata istituita la figura del Responsabile amianto con compiti di controllo e coordinamento per ogni Ente locale“.

Il protocollo pilota si prefigge il duplice obiettivo di costituire una risorsa utile e in futuro estendibile alla sorveglianza di tutte le strutture potenzialmente interessate dalla presenza di amianto e di dare indicazioni preliminari sulla reale portata delle azioni e degli investimenti futuri rivolti alla bonifica dei siti scolastici contaminati partendo dalle situazioni più critiche.

Il progetto, che ha una durata prevista di due anni, sarà coordinato dal Ministero dell’Ambiente e verrà inizialmente avviato su una o più aree identificate mediante l’analisi delle informazioni per ora possedute, per poi essere esteso agli edifici scolastici sull’intero territorio nazionale.

La conoscenza completa e aggiornata della presenza di amianto nelle scuole italiane“- commenta Gaia Checcucci, direttore generale per la Salvaguardia del territorio e delle Acque del ministero – “è il presupposto per velocizzare la progettazione e la realizzazione delle opere di bonifica. Questo importante protocollo ci permette di farlo attraverso le più moderne tecniche di analisi e monitoraggio della consistenza e della struttura delle superfici, anche seguendo un metodo di lavoro che potrà definire in tempi brevi una mappatura analitica su scala nazionale. Il passo successivo e conseguente, che verrà disciplinato dal decreto ministeriale in attuazione della norma del Collegato Ambientale già predisposto dalla direzione, servirà a destinare in maniera più efficace i fondi per la progettazione disponibili, in particolare privilegiando gli edifici scolastici per i quali gli interventi di bonifica rivestono carattere di maggiore urgenza“.

Info: Italia Sicura mappatura amianto scuole droni

 


numero di telefono 069968849
069968846

Contattaci

Compila il modulo sottostante per avere ulteriori informazioni.

logo Tutto626 colore bianco









Leggi l'informativa sulla privacy: Informativa ai sensi art. 13 D. Lgs. 196/03
Acconsento al trattamento dei dati personali