L’EU Commissiona uno studio sulla percezione della sicurezza sul lavoro


Una recente indagine effettuata dall’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA), ha stimato le percezioni di un campione di 35.000 europei riguardo aspetti come stress lavoro correlato, sicurezza sul lavoro ed estensione della vita professionale.

L’80% del pubblico ha affermato la propria convinzione sul fatto che il fenomeno nel prossimo quinquennio crescerà e il 52%, in particolare, ritiene che l’aumento sarà sostanziale. Tra quest’ultima categoria, i Greci mostrano maggiore preoccupazione (83%) rispetto agli altri. Lo studio mostra, inoltre, che l’86% degli intervistati riconosce la sicurezza e buone pratiche in materia di salute sul lavoro dei fattori determinanti per la competitività di un Paese. Tali punti di vista si equivalgono tra i soggetti lavoratori e coloro che non lavorano.

L’87% degli interrogati attribuisce un notevole valore a pratiche salutari e condotte sicure nel far sì che il lavoratore prosegua in maniera adeguata la propria vita lavorativa fino al momento della pensione (il 56% li ritiene molto importanti).

La preoccupazione principale dei dichiaranti appare, quindi, la possibilità che le condizioni di sicurezza presenti sul luogo di lavoro non permettano loro di proseguire a lavorare fino all’età pensionabile.

 


numero di telefono 069968849
069968846

Contattaci

Compila il modulo sottostante per avere ulteriori informazioni.

logo Tutto626 colore bianco









Leggi l'informativa sulla privacy: Informativa ai sensi art. 13 D. Lgs. 196/03
Acconsento al trattamento dei dati personali