Nuovo piano sorveglianza amianto e assistenza sanitaria in Toscana


esposizione-amiantoIn sede di consiglio della Regione Toscana è stata approvata una delibera che sostiene, mediante lo stanziamento di 1.134.000 euro per il triennio 2016-2018, un programma rivolto all’assistenza gratuita per i lavoratori esposti all’amianto nel corso della loro carriera professionale e promuove lo sviluppo di linee guida assistenziali, anche per gli esposti professionali, ad altre forme di cancerogeni ambientali.

Nella sola Regione Toscana i lavoratori che sono stati in passato esposti all’amianto risultano essere circa 5.600, con un’età compresa tra i 30 ed i 79 anni, e che saranno i destinatari del provvedimento che prevede che nei trent’anni successivi alla cessazione della potenziale ed eventuale esposizione, ricevano assistenza sanitaria e sorveglianza medica in forma totalmente gratuita e su tutto il territorio regionale, utilizzando un nuovo codice di esenzione appositamente elaborato (D99 “esenzione per lavoratori esposti ad amianto”) applicabile a tutte le prestazioni sanitarie previste dal protocollo, da ripetere periodicamente (radiografie toraciche, spirometrie, esami specifici per i polmoni, ecc).

Sarà l’Istituto Toscano Tumori (ITT), esplicitamente incaricato dal consiglio regionale, ad avere la responsabilità di elaborare, entro sei mesi, i protocolli di cura più adeguati per la presa in carico, le diagnosi e le terapie nei confronti del mesotelioma maligno, conseguenza dell’esposizione alle fibre di asbesto.

Verrà creato un gruppo di lavoro con il compito di elaborare percorsi e incontri di sensibilizzazione rivolti al personale sanitario (medici, infermieri ed assistenti) che sono e saranno coinvolti nella realizzazione degli strumenti previsti dalla delibera, all’interno dei quali saranno evidenziate e illustrate le linee guida operative per l’esecuzione dei contenuti tecnici e le diagnosi di tumori di tipo occupazionale.

Con periodicità annuale, verrà presentato al comitato tecnico regionale un rapporto sull’andamento e sugli esiti della sorveglianza sanitaria territoriale, che sarà redatto a cura dell’ISPO (Istituto per lo studio e la prevenzione oncologica) individuato come l’ente operativo con funzioni di coordinamento e supporto delle Unità funzionali Pisll (Prevenzione igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro), facente parti delle aziende sanitarie e di quelle ospedaliere, che dovranno recepire i contenuti del protocollo di vigilanza.

Info: Regione Toscana percorso sanitario esposti amianto

Corsi online per la sicurezza sul lavoro. Registrati ora

 


numero di telefono 069968849
069968846

Contattaci

Compila il modulo sottostante per avere ulteriori informazioni.

logo Tutto626 colore bianco









Leggi l'informativa sulla privacy: Informativa ai sensi art. 13 D. Lgs. 196/03
Acconsento al trattamento dei dati personali