Investire nella sicurezza porta vantaggi economici nel breve e nel lungo periodo


L’Osservatorio Accredia “Salute e sicurezza sul lavoro”, creato con la partecipazione del Censis, di INAIL e di Federchimica, ha di recente realizzato una ricerca su 1000 aziende facenti parte di settori tendenzialmente pericolosi, quali: industria, costruzione e trasporti. Dallo studio emerge la persistenza di fattori di rischio, quali: esalazione di fumi e gas (nel 60% dei soggetti) e disagi dovuti a rumore e vibrazioni (80% del campione).

Nonostante questo si evince un miglioramento dell’andamento infortunistico, con una riduzione degli incidenti dell’8% negli ultimi 3 anni (da 790.000 nel 2009 a 726.000 nel 2011) e una diminuzione dell’11,7% dei casi mortali (da 1.053 a 930). L’80% delle imprese consultate dichiara di svolgere un controllo periodico per individuare potenziali rischi e attuare misure preventive/correttive: addestramento e informazione dei lavoratori (34%), richiesta di consulenze esterne (20%), ispezioni da parte del responsabile interno della sicurezza (19%) e attuazione d’interventi migliorativi (18%). Il 70% delle aziende considera eccessiva la spesa necessaria per la sicurezza mentre più della metà del campione (60%) valuta le norme sulla sicurezza difficili da applicare per i complessi adempimenti burocratici.

Secondo l’Osservatorio, tuttavia, gli investimenti destinati alla salvaguardia della salute dei lavoratori hanno effetti economici positivi già nel breve termine, innanzitutto per la riduzione dei costi della “non sicurezza” dovuti agli infortuni, stimati in circa 50.000 € a episodio.
L’INAIL, prossimamente, sarà in grado di fornire un software che possa stimare il risparmio economico dovuto alla prevenzione, evidenziando come essa sia un investimento con ritorni economici reali.

Secondo uno Studio Issa, infatti, ogni euro investito in sicurezza genera un ritorno economico raddoppiato.
A tal proposito, l’INAIL ha comunicato la volontà di sostenere concretamente le aziende che vogliono realizzare progetti in materia di prevenzione. Pertanto, nelle giornate 26, 27 e 28 giugno è prevista l’assegnazione dei 205 milioni elargiti dall’Istituto, volti al finanziamento del 50% dei costi di ogni progetto.

 


numero di telefono 069968849
069968846

Contattaci

Compila il modulo sottostante per avere ulteriori informazioni.

logo Tutto626 colore bianco









Leggi l'informativa sulla privacy: Informativa ai sensi art. 13 D. Lgs. 196/03
Acconsento al trattamento dei dati personali