Al via l’Ispettorato nazionale del lavoro


norme-circolari-chiarimenti

Con la circolare 29 del 26 settembre 2016, il Ministero del Lavoro ha avviato un protocollo di intesa con il quale si avviano le attività ispettive e di vigilanza del nuovo Ispettorato nazionale del lavoro che si avvarrà, almeno nella fase iniziale delle operazioni, di risorse e strutture del Ministero stesso, per poter elaborare le linee operative propedeutiche alle attività di controllo vere e proprie, precedentemente in carico a personale di Inail ed Inps.

Il Protocollo d’intesa concernente l’avvalimento delle strutture del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali da parte dell’Ispettorato nazionale del lavoro per lo svolgimento di attività istituzionali e strumentali connesse all’avvio del suo funzionamento, costituisce il primo atto formale attraverso il quale il nuovo Ispettorato inzierà ad elaborare le modalità di vigilanza in materia di lavoro e legislazione sociale, in attesa che venga costituito un organismo indipendente in termini di risorse e strutture, con particolare riferimento al coordinamento delle direzioni territoriali di competenza delle quali l’Ispettorato si avvarrà per l’esercizio delle proprie funzioni.

Il protocollo prevede che gli organi direttivi dell’Ispettorato, coordinandosi con il segretariato generale del Ministero, definiscano i limiti dello svolgimento delle attività strumentali connesse all’avvio delle attività avvalendosi della Direzione generale per le politiche del personale, l’innovazione organizzativa, il bilancio – UPD e della direzione generale dei sistemi informativi dell’innovazione tecnologica e della comunicazione.

L’accordo ha durata e validità massima di ventiquattro mesi con decorrenza dall’inizio dell’operatività (articolo 5), tempo previsto per il necessario trasferimento delle risorse umane da parte del Ministero all’Ispettorato stesso; al termine della fase di avvio l’Ispettorato avrà quindi autonomia di esercizio e finanziaria, ed i rapporti tra l’agenzia ed il ministro saranno quindi disciplinati da successivi accordi che stabiliranno i limiti dell’autonomia e la collocazione effettiva del personale ispettivo, oltre che l’individuazione delle risorse finanziarie che al momento restano in carico alla direzione centrale del Ministero.

Una prima fase dell’avvio del nuovo organismo di vigilanza è stata realizzata lo scorso 15 settembre con l’insediamento del Consiglio di Amministrazione dell’Ispettorato; è stato istituito inoltre anche il Collegio dei Revisori, che ha iniziato la propria attività secondo specifica competenza.

Info: Ministero Lavoro, al via l’attività dell’Ispettorato nazionale 

 


numero di telefono 069968849
069968846

Contattaci

Compila il modulo sottostante per avere ulteriori informazioni.

logo Tutto626 colore bianco









Leggi l'informativa sulla privacy: Informativa ai sensi art. 13 D. Lgs. 196/03
Acconsento al trattamento dei dati personali