Registrazione Reach, si è conclusa l’ultima fase al 31 maggio 2018


registrazione-reach-2018

Registrazione Reach 2018. Si è concluso il 31 maggio 2018 il periodo utile per la registrazione dell’ultima fase delle sostanze chimiche prodotte o importate, in conformità a quanto disposto dal regolamento Reach.
Il regolamento prevedeva una graduale e progressiva registrazione delle sostanze chimiche, articolata su diverse fasi e scadenze, in considerazione del tonnellaggio annuo prodotto o importato.

La prima fase con termine al 30 novembre 2010, prevedeva la registrazione di sostanze già pre-registrate in quantità superiore alle 1000 tonnellate annue; la seconda fase si è conclusa il 31 maggio 2013 e prevedeva la scadenza per le sostanze importate o prodotte in quantità comprese tra 100 e 1000 tonnellate annue, e la terza fase, che si è appena conclusa, riguardava le sostanze fino a 100 tonnellate annue.

La possibilità di registrare le sostanze entro i termini di cui sopra, era comunque vincolata all’esistenza di una pre-registrazione, che avrebbe dovuto essere stata presentata almeno un anno prima della rispettiva scadenza.

Sostanze registrate

Echa ha recentemente reso noti i dati sul numero di registrazioni pervenute al termine dell’ultima scadenza, che rappresenta i primi dieci anni di applicazione del regolamento e costituisce un punto di partenza per le attività future e per le analisi derivanti dai dati depositati nell’archivio dell’Agenzia Europea.

Dal 2008 al 2018 sono stati presentati quasi 90.000 dossier di registrazione, a fronte dei quali sono state rilasciate 21.551 registrazioni di sostanze di vario tonnellaggio. Nel complesso i dossier sono stati presentati da 13.620 aziende distribuite in ambito dell’area economica europea o in ambito extra europeo da parte di distributori locali.
La distribuzione delle registrazioni da parte dei ventotto diversi paesi è così rappresentata: circa il 26% delle registrazioni provengono dalla Germania, il 15% dall’Inghilterra e il 10% dalla Francia. L’Italia segue a breve distanza con l’8,8% circa dei dossier presentati.

Relativamente alla dimensione delle aziende che hanno presentato protocolli di registrazione, circa l’82% provengono da grandi aziende e solo il restante 18% da micro, piccole e medie aziende (rispettivamente 2% dalle micro, 6% dalle piccole e 10% dalle medie).

Per quanto riguarda la distribuzione rispetto al posizionamento all’interno della filiera di produzione, il 48% delle richieste di registrazione provengono da importatori (alcuni dei quali anche produttori) mentre il 29% da parte di rappresentanti europei di aziende con sede extra EU e la restante quota del 23% da produttori europei.

Sul totale dei dossier di registrazione presentati vi sono ancora alcuni casi in sospeso che la Commissione Europea interna all’Echa avrà tempo di esaminare entro fine agosto 2018. Molti di questi riguardano protocolli presentati immediatamente a ridosso della scadenza, altri rappresentano casi di particolare complessità che richiedono una analisi più approfondita dei dati trasmessi e ulteriori convalide.

Scadenze

Il termine del 31 maggio 2018 ha rappresentato quindi la scadenza finale entro cui tutte le sostanze soggette al regime di transizione introdotto dal Reach avrebbero dovuto essere registrate. A questo punto i registranti dovranno provvedere a mantenere aggiornate le informazioni presenti sul database, integrandole quando si dovessero rendere disponibili nuove informazioni relative per esempio a nuovi scenari di esposizione e a nuove misure sulla sicurezza delle sostanze.

Indubbiamente il valore delle informazioni ora disponibili alla consultazione pubblica è molto importante e significativo, così come sottolineato anche dal direttore esecutivo dell’Echa, Bjorn Hansen in occasione della chiusura del periodo di registrazione.

La raccolta delle informazioni presenti e l’enorme impegno prodotto dai paesi membri attraverso i punti focali presenti sul territorio nazionale, ha consentito di produrre un archivio di dati che potrà essere utilizzato da chiunque e che costituisce il punto di partenza allineato e condiviso per lo sviluppo di nuove e più adeguate misure di prevenzione e protezione, validate a livello internazionale e fondate su informazioni coerenti e omogenee.

Info: sostanze registrate dopo scadenza Reach 2018

 


numero di telefono 069968849
069968846

Contattaci

Compila il modulo sottostante per avere ulteriori informazioni.

logo Tutto626 colore bianco









Leggi l'informativa sulla privacy: Informativa ai sensi art. 13 D. Lgs. 196/03
Acconsento al trattamento dei dati personali