Regione Sicilia, in bando finanziamenti per la sicurezza sul lavoro nella pesca


È stato approvato dall’assessorato regionale della Sicilia, in data 31 marzo 2017, il bando a sostegno di interventi finalizzati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sui natanti adibiti alla pesca; di seguito le modalità di presentazione delle domande di assegnazione e gli interventi oggetto della copertura finanziaria.

Conformemente a quanto previsto dal Piano Operativo FEAMP 2014-2020 che contribuisce alla realizzazione della Strategia Europa 2020 e all’attuazione della Politica Comune della Pesca (PCP) attraverso lo sviluppo di interventi rivolti a promuovere una pesca sostenibile sotto il profilo ambientale, la Regione Sicilia ha stanziato  2.466.546 euro per sostenere investimenti a bordo di pescherecci, o spese per acquisto e/o ammodernamento di singole attrezzature, a condizione che tali investimenti vadano al di là dei requisiti imposti dal diritto dell’Unione o dello Stato Membro.

Le spese ammesse potranno beneficiare di una copertura variabile, in considerazione della diversa tipologia di appartenenza dei pescherecci oggetto degli interventi: quelli della pesca costiera artigianale potranno beneficiare della copertura fino all’80% della spesa sostenuta, quelli non rientranti in questa categoria del 50% e quelli non appartenenti alle Pmi del 30%.

L’ammontare massimo del contributo pubblico concedibile dipende dalla tipologia di imbarcazione, in termini di lunghezza fuori tutto: 20.000 euro massimo per imbarcazioni inferiori ai 12 metri; 50.000 euro massimo per imbarcazioni da 12 a 24 metri e 75.000 euro massimo per imbarcazioni superiori a 24 metri.

Possono accedere al bando, previa verifica di regolarità contributiva, i pescatori ed i proprietari e armatori di imbarcazioni da pesca; per poter inoltrare la domanda i soggetti richiedenti devono inoltre dimostrare di non avere in corso nessun tipo di procedimento penale e amministrativo, di non essere in regime di fallimento, liquidazione o amministrazione controllata e di non avere commesso violazioni gravi delle norme della Politica Comune della Pesca. I natanti non devono risultare infine in disarmo da più di dodici mesi (salvo che tale disarmo sia dovuto danni subiti per cattive condizioni meteo marine o cause non ascrivibili alla volontà dell’imprenditore, documentate dalla stessa autorità marittima) ed essere in regola con la normativa sulla sicurezza e l’igiene sul lavoro.

Per poter richiedere la copertura finanziaria i soggetti interessati dovranno far pervenire le domande (compilando l’allegato A al bando) in busta chiusa e corredata da asseverazione tecnica entro e non oltre le ore 14.00 del 30 giugno 2017, inviandolo all’Assessorato dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea della regione Sicilia, o a uno degli uffici dislocati sul territorio.

Al termine della presentazione le domande verranno valutate e sarà assegnato un punteggio, in base ai criteri di priorità definiti nel bando, che contribuirà all’elaborazione della graduatoria finale di assegnazione dei fondi.
La liquidazione dell’importo assegnato sarà erogata con una quota massima del 40% in anticipo entro nove mesi dalla data di trasmissione dell’accettazione ella richiesta, fino al 90% dell’importo previa rendicontazione dello stato di avanzamento dei lavori in corso d’opera, ed a saldo ad attività completata.

Info: Regione Sicilia, bando attuazione Misura Salute e sicurezza 

 


numero di telefono 069968849
069968846

Contattaci

Compila il modulo sottostante per avere ulteriori informazioni.

logo Tutto626 colore bianco









Leggi l'informativa sulla privacy: Informativa ai sensi art. 13 D. Lgs. 196/03
Acconsento al trattamento dei dati personali