Tutela dei lavoratori in agricoltura: le malattie professionali e la sicurezza sul lavoro secondo il D.lgs 81/08


Le imprese agricole rappresentano una realtà complessa dove i lavoratori sono esposti a numerosi rischi per la salute derivanti dalle attività svolte. Il Decreto legislativo 81/08, noto come Testo Unico sulla Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro, ha introdotto disposizioni specifiche per garantire la tutela dei lavoratori nel settore agricolo. Un aspetto fondamentale trattato dal D.lgs 81/08 è quello delle malattie professionali. Le malattie legate all’attività lavorativa possono essere causate da agenti fisici presenti nell’ambiente di lavoro, come rumore, vibrazioni, radiazioni ionizzanti o non ionizzanti. Gli agenti fisici possono provocare danneggiamenti alla salute dei lavoratori se non vengono adottate misure preventive adeguate. Tra le malattie professionali più comuni nelle imprese agricole troviamo l’esposizione al rumore elevato. Macchinari agricoli come trattrici, mietitrici o segatrici emettono livelli sonori molto alti che possono danneggiare l’udito dei lavoratori nel tempo. È quindi fondamentale utilizzare dispositivi di protezione individuale adeguati come cuffie anti-rumore per ridurre l’esposizione al suono intenso. Un altro agente fisico che può causare malattie professionali è rappresentato dalle vibrazioni meccaniche generate dai mezzi di trasporto agricoli come trattori o macchine per la lavorazione del terreno. L’esposizione prolungata a vibrazioni può provocare problemi muscoloscheletrici, come l’artrosi o la sindrome delle vibrazioni mano-braccio. È fondamentale che i lavoratori ricevano formazione specifica su come utilizzare correttamente i mezzi di lavoro e che siano forniti di sedili con sistema anti-vibrazione. Le radiazioni ionizzanti, presenti ad esempio nelle attività legate alla radiologia veterinaria, rappresentano un ulteriore fattore di rischio per la salute dei lavoratori nel settore agricolo. È necessario rispettare scrupolosamente le norme sulla protezione dalle radiazioni e garantire ai lavoratori l’uso di dispositivi adeguati, come schermi protettivi e dosimetri personali. Oltre alle malattie professionali causate dagli agenti fisici, il D.lgs 81/08 prevede una serie di disposizioni per garantire in generale la sicurezza sul lavoro nella realtà agricola. Ad esempio, è obbligatorio redigere un Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) che identifichi tutti i potenziali rischi presenti nell’azienda agricola e individui le misure preventive da adottare. Inoltre, il decreto legislativo impone alle imprese agricole l’obbligo di designare un Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP), figura professionale competente che si occupa della gestione della sicurezza e della salute dei lavoratori. Il RSPP ha il compito di individuare le misure preventive da adottare, organizzare la formazione specifica per i lavoratori e verificare l’efficacia delle misure adottate. L’implementazione del D.lgs 81/08 nelle imprese agricole è un processo continuo che richiede un impegno costante da parte di tutte le parti coinvolte. La formazione continua dei lavoratori, l’utilizzo di dispositivi di protezione individuale adeguati e la sorveglianza dell’esposizione agli

 


numero di telefono 069968849
069968846

Contattaci

Compila il modulo sottostante per avere ulteriori informazioni.

logo Tutto626 colore bianco









Leggi l'informativa sulla privacy: Informativa ai sensi art. 13 D. Lgs. 196/03
Acconsento al trattamento dei dati personali

Hai bisogno di aiuto?